La mia sorellastra, la mia fantasia

Ero a casa con la mia sorellastra Jessy, erano le 13:00 e lei stava iniziando a cucinare qualcosa per noi ed il suo ragazzo in cucina. Io ero rimasto nella mia stanza, ed così che chiudendo gli occhi è iniziata l’ennesima fantasia sulla mia quasi sorella.

Inizia il sogno

‘Io ho tanto caldo e non vedo l’ora che arrivi quel momento, per questo, dopo essere andato in cucina, decido di stuzzicarla un po’. Inizio ad eccitarmi e lei con me. Dopo questo bollente antipasto, decido, poi, di portarla nella mia camera da letto. Lei mi viene dietro facilmente, e lentamente iniziamo a fare giochi più sexy.
Bacio la mia sorellastra, e poi iniziano a bussare alla porta ed è il suo ragazzo. Lo faccio entrare, e lo convinco ad unirsi con noi per un bel gioco a tre. Il fidanzato, Jack, inizia ad avere una grande erezione, e per questo li lascio fare per un po’, guardando tutto in disparte, mentre mi eccito, ancora e ancora, ed inizio ad avere degli spasmi dal basso ventre in su.

Dopo qualche istante, però, decido di partecipare anch’io alla festa, ed infilo il dito nelle mutandine della mia sorellastra, nella sua figa super bagnata, e le dico che sarebbe meglio che il suo fidanzato si facesse da parte.
Lei allora decide di dedicare tutto il tempo a me e alla mie erezione, sul mio letto, nella sua stanza, dove mi spoglia delicatamente. Io continuo a infilare la mano tra le sue mutandine, lei però capisce che sto morendo dentro e inizia a succhiarmi il cazzo sul bordo del letto, mentre il fidanzato ci guarda.
Dopo un po’ lo invito a partecipare, e vedo che i due si stanno soddisfacendo a vicenda.
Finita la pazienza, mi accingo a baciarla e ad accarezzare torace di Jack, il quale, ad un certo punto, si sposta, e mi lascia afferrarle i fianchi per mettere il mio cazzo nella sua figa, in una posizione alquanto eccitante e soddisfacente, sul bordo del letto. Io sto quasi arrivando rapidamente nella sua figa, mentre lei succhia il cazzone di Jack.
Quest’ultimo decide, quindi, che non è finita lì, ed inizia a scopare il culo della sua fidanzata, poi passa nella sua figa, che ha ancora tutto il mio sapore.
Intorno a noi c’è un forte odore di cazzo, di sesso. Capisco, dunque, che la mia sorellastra è una vera bomba a letto e che ama farsi fare così indicibili. Mentre si fa infilare il cazzo nel culo da Jack, mi succhia il cazzo con forza, prendendo le palle nella sua grande bocca profonda e con una gran voglia di tutto ciò sarebbe fuoriuscito.
Jack le sborra dentro senza preservativo e la mia sorellastra impazzisce ed è compiaciuta allo stesso tempo.
Così, cambiamo posizione, adesso sono io che ricomincio a scopare Jessy di più. Ad un certo punto, lei si sdraia sul letto e afferra entrambi i nostri cazzi e li prende in bocca per succhiarli entrambi.
Con la figa distrutta, non voleva fare un doppio round, ma io cerco di convincerla.
Dopo un po’ di tempo, si sdraia sulla schiena, sul letto e chiede a Jack di scoparla nella figa e a me nel culo.
Così ricominciamo il gioco. Siamo entrambi di nuovo nella sua bocca e questo gioco sembra non finire mai. Lei decide di andare più in profondità e rende tutto ancora più difficile.
È proprio una ragazza cattiva, non ne ha mai abbastanza.’

Il gioco è finito?

Dopo aver riaperto gli occhi e finito di immaginare la mia sorellastra nuda sotto di me, decido di andare in cucina, dove sia Jack che Jessy si palesano davanti ai miei occhi e mi viene quasi da ridere per tutto ciò che immaginavo soltanto pochi minuti prima nella mia camera.
Ci sediamo tutti insieme in sala da pranzo, per parlare un po’ del più e del meno. Ma dopo 30 minuti, succede qualcosa di inaspettato: la mia sorellastra va in bagno, chiude la porta, si spoglia e mi chiama dalla cucina per parlarmi.
Ed è il che il mio sogno, inaspettatamente, diventa realtà.
Jessy mi dice che gli piaccio e che mi vuole fare un piccolo favore, lì capisco quello che vuole e che il suo ragazzo è un cornuto.
Nonostante questo pensiero, accetto con piacere e impazienza, e inizio a leccarla tutta.
Il sogno viene interrotto, purtroppo, da Jack che ci richiama. Noi torniamo entrambi in salotto, eccitati ed accaldati, con una voglia assurda di ricominciare a farlo.
Anche Jack, però, si aspetta qualcosa, giacché era a casa della sua fidanzata. Così lui inizia lentamente a baciarla e stenderla sul divano accanto a me. Io non so che fare, se unirmi, come lei voleva, o andarmene sentendomi di troppo.
Lei mette la mano anche sul mio cazzo e inizia ad accarezzarlo, e con uno sguardo chiarissimo mi invita ad andare sul divano accanto a loro. Così lo faccio, mi spoglio e comincio a mettermi in gioco. Dopo questo, lui comincia a spogliarla dolcemente, prima il suo reggiseno e poi lo slip. Poi mi sdraio sulla schiena accanto a quei due. Lei mi bacia delicatamente sulle labbra e poi prende il mio cazzo nella sua bocca super calda. Di colpo porta anche il cazzo di Jack nella sua bocca per fare un doppio lavoretto. Lentamente, Jessy si mette di schiena, nella mossa del cagnolino, e penso che ci sa proprio fare. Mi dice di andare dietro di lei e cambiare posizione, e mentre il fidanzato ci guarda, inizio a mettere il mio cazzo nella sua figa, e devo dire che sono quasi venuto subito alla sola all’idea di sborrare sulla sua schiena nuda.

Jessy, inizia a dedicare del tempo anche al suo fidanzato e allora decido di segarmi un pò mentre Jessy pensa ad un altro cazzo.
A questo punto sfrutto una pausa di Jack e scopo ancora una volta la figa distrutta della sua donna, la porto in paradiso con solo poche spinte, poi la scopo di nuovo, e dopo essermi sdraiato un pò sul divano, deciso di godermi ancora un altro pò lo spettacolo di Jack che le sborra in faccia.
Avrei voluto sborrare di nuovo nella sua figa, ma era ora di andare. Così è quello che ho fatto. Lei è soddisfatta ed anche io, il fidanzato Jack propone, invece, di scoparci ancora la prossima volta, quando tornerà a casa. Lo ringrazio e vado su a farmi una doccia. Dopo poco, però, sento la porta aprirsi e vedo arrivare Jessy, che a quanto pare vuole fare la doccia con me.
Per quanto le forze me lo consentono, cerco di soddisfarla di nuovo.
E’ proprio vero, non ne ha mai abbastanza.

Scritto da

Ottavio Carosone
Ottavio Carosone
Ottavio Carosone è uno scrittore italiano noto per i suoi racconti audaci e sofisticati dedicati al mondo degli adulti, con una predilezione particolare per i racconti cuckold, che esplora con una sensibilità unica e una prospettiva profondamente innovativa. Nato il 23 marzo 1975 nella vibrante città di Napoli,Ottavio ha trascorso la sua infanzia e adolescenza immerso nella ricca cultura e nelle tradizioni della sua città natale, elementi che hanno fortemente influenzato il suo percorso artistico e personale.....

Ultimi Racconti e Fantasie Cuckold

Placeholder - Fantasia Cuckold - Uomo

Notte Rosa ‘19, la mia trasformazione in Bull

Ciao, mi chiamo Riccardo e sono un ragazzo di 22 anni che abita a Rimini e che frequenta l'università. Credo di non essere l'unico...
Placeholder - Racconto Cuckold - Uomo

Io Cuck, lui tranviere

Mi chiamo Antonio e faccio l'impiegato in una grande multinazionale della logistica.Sono sposato da ormai 20 anni e sebbene mia moglie sia sempre bellissima,...
Placeholder - Racconto Cuckold - Uomo

Valentino, il nostro amico biker

Io e Marilia siamo sposati da tre anni e abbiamo un'intimità che va a gonfie vele.Siamo molto socievoli, non perdiamo occasione di organizzare delle...
Placeholder - Racconto Cuckold - Uomo

La badante condivisa

Sapevo di avere un futuro da cuckold fin da quando ero ragazzo. Oggi voglio raccontarvi l’esperienza che mi ha avvicinato al cuckold, che mi...