Oggi vi narrerò di una delle mie fantasie più segrete che ho iniziato a sognare in questi tempi di coronavirus. Una fantasia cuckold da farti leccare i baffi. Divertiti

La chat di gruppo ai tempi del coronavirus

In queste settimane di quarantena io e la mia ragazza siamo separati purtroppo. Lei studia a Bologna e io sono bloccato qua a Ferrara, e non possiamo vederci purtroppo.

A farmi più rabbia è il fatto che lei vive con il suo coinquilino, Pablo, un ragazzo di origini portoghesi che ho sempre odiato, ho sempre sospettato che lui fosse invaghito di lei.

Non potendoci più vedere il weekend, quando lei veniva a Ferrara per farci le grandi scopate, abbiamo dovuto passare ore e ore in chat, guardandoci tramite una webcam e sexcammando dunque, espiando i nostri piaceri da soli. Ecco, durante una di queste sessioni ho iniziato a immaginare questa fantasia cuckold perversa.

La fantasia cuckold in cam

La mia fidanzata prima del cuckold in cam durante il coronavirus

Seppur congiunti e nella stessa regione, non possiamo vederci, la distanza è troppa e sarebbe troppo sospettoso. Ci troviamo allora alla solita ora, lei con il suo vibratore pronto e io con il cazzo in mano, pulsante e desideroso di essere nella sua fica.

Iniziamo a parlare e a dirci le cose sconce, ripensandoci vista da fuori è una cosa molto squallida. Ma la sborra imperversa calda nelle mie palle e necessita di essere espulsa in qualche modo.

Lei inizia a toccarsi e mi sussurra nel microfono, dettando i tempi della mia sega. “Vai lento altrimenti vieni subito come sempre…”. Si purtroppo ho la sborrata veloce, 5 minuti e via.

Io voglio accelerare, voglio sborrare e andare a guardare la casa di carta su Netflix.

Lei si eccita sempre più fino a che…

La porta si apre, spalancandosi.

Pablo entra senza bussare.

La situazione si fa molto imbarazzante, lei si copre subito e io mi incazzo tantissimo. Ero in vivavoce e lui sente che gli urlo contro le peggiori offese.

Poi un brivido mi scorre dietro la schiena.

In quei giorni Pornhub aveva reso il premium gratuito, dunque mi ero sparato delle grandi seghe su una categoria molto perversa, ai limiti del fetish.

Il Cuckold.

Ci penso e urlo subito:

“ASPETTA, FACCIAMO QUESTO GIOCO”.

Loro rimangono interdetti non sapendo cosa fare.

Io proseguo spiegandogli che loro avrebbero scopato con me che mi segavo dietro al monitor. Una situazione Win-Win-Win.

Lei ci pensa un attimo, la figa ancora bagnata dalla sexcam di prima e mi dice:

“Ma.. Ma ne sei sicuro? A me va bene, ma te non sei stato sempre geloso di Pablo?”.

Sentivo l’adrenalina che scorreva nelle vene, la rabbia si era tramutata tutta in eccitazione. Il cazzo mi pulsava tantissimo, sentivo che stava iniziando a trasudare tutti i liquidi seminali.

“Si, facciamolo” esclamo dunque.

Per Pablo non poteva che andar bene, lui era sempre stato attratto da lei, amici fin dalle superiori e l’aveva sempre corteggiata, senza successo. Quello era un sogno che si avverava, doveva unicamente scoparsela mentre io guardavo.

Allora lui esclama:

“Vamossss”

Lei già nuda si mette a pecorina, la cam che la inquadrava in faccia. Lui inizia a spogliarsi, il suo cazzo era già eretto e duro duro come la coda dura dura di un canguro.

La sborrata sullo schermo

Inizia a sbatterla con forza da dietro, gli occhi di lei che diventano bianchi, stava già venendo. Pablo la stava scopando con una forza inaudita, come io non ero mai riuscito a fare. La cosa mi stava facendo godere tantissimo, mi sentivo potente e superiore.

Scopano e scopano, io che mi segavo lentamente perchè volevo godermela fino alla fine. Ma non ce la facevo, sentivo che stavo per venire.

Provo a edgare per un po’, ma sarei venuto anche se l’avessi solo sfiorato.

Mi alzo in piedi, con lo schermo che inquadrava il mio cazzo e vengo.

Schizzo tutto il mio mac, dannato me per pulirlo ci avrò messo 2 ore.

Loro continuano a scopare fino a che lui esce dalla sua figa e le viene sulla schiena. Quella schiena dove sono sempre venuto io adesso era ricolma della sborra di Pablo.

Mai avrei pensato di poter vivere in prima persona un cuckold con la mia ragazza, proprio come i miei eroi su cui mi spaccavo di seghe tutte le notti da un po’ di tempo.

Da quando il Coronavirus aveva cambiato le nostre vite.