Un nostro fan ci manda questo racconto cuckold che ha dell’incredibile, avidi lettori di racconti e fantasie cuckold preparatevi a farvi shoccare da questa nuova storia!

Mia moglie Maria Grazia è una grande amante della pizza e del cibo da asporto in generale; per questo motivo casa nostra è ormai divenuta un via vai di fattorini delle consegne a domicilio, con alcuni dei quali abbiamo preso confidenza.

Uno di questi è Carlo, uno studente universitario di vent’anni che esercita questa professione sia per non pesare troppo sui genitori, sia per iniziare ad approcciarsi con il mondo del lavoro.

È un ragazzo alto, biondo, occhi azzurri e fisico slanciato, insomma non gli manca proprio nulla per avere successo con le donne.

Oltre il lavoro l’amicizia

Mi sono accorto che Maria Grazia ordinava cibo d’asporto sempre più frequentemente dal ristorante in cui lavora Carlo, anzi richiedeva la consegna all’ultimo orario disponibile per far sì che lui potesse fermarsi a casa nostra per scambiare quattro chiacchiere.

All’inizio ho pensato che non ci fosse nulla di male, anzi ero contento che mia moglie avesse trovato qualcuno con cui parlare e per lasciarla tranquilla andavo a dormire prima del previsto oppure raggiungevo i miei amici al bar per giocare a carte.

Ogni volta che quel ragazzo intraprendente lasciava casa nostra, Maria Grazia era sempre sorridente e a me faceva davvero piacere vederla di buon umore.

Una sorprendente sera d’estate

Una sera d’estate io e i miei amici abbiamo deciso di organizzare una grigliata nel parco, tanto sapevo che Maria Grazia sarebbe stata in ottime mani e avrebbe ricevuto i suoi cibi preferiti a domicilio direttamente dal baldo Carlo.

Non avrei però mai pensato di trovarli in atteggiamenti tanto intimi.
Avevo concluso allegramente il mio incontro mangereccio, così verso le due di notte mi apprestai a tornare a casa e cercai di fare meno rumore possibile per non svegliare Maria Grazia.

Non appena ho aperto la porta, ho però cominciato ad udire delle risate e dei versetti di soddisfazione che lasciavano davvero ben poco all’immaginazione.

Mi sono dunque avvicinato alla porta dello studio rimasta socchiusa, nel quale ho visto mia moglie e Carlo completamente nudi sul tappeto, che si dilettavano a scambiarsi dei baci molto appassionati.

Quella scena mi ha completamente pietrificato e lasciato senza parole, tanto che non sono nemmeno riuscito ad emettere un gemito.

Tuttavia sono rimasto a guardare, in quanto spinto dalla grande curiosità di tutto ciò che sarebbe potuto accadere da lì ai prossimi minuti.

Uno strano gioco con le bambole

Il gioco che si sono messi a fare mi ha stupito ancora di più del tradimento, in quanto non avevo mai visto uno scenario così stravagante durante un rapporto intimo.

Maria Grazia è sempre stata un’accanita collezionista di bambole, tanto da aver trasformato lo studio in un vero e proprio museo in miniatura.

Ad un certo punto ne ha presa una dallo scaffale, l’ha avvolta in una copertina e cominciando a cullarla si è seduta accanto a Carlo chiamandolo papà.

Lui l’ha abbracciata e le ha detto che presto avrebbero avuto un altro figlio, ma se non avessero fatto l’amore tutto questo non sarebbe potuto accadere.

A quel punto Maria Grazia ha posato la bambola sul pavimento per rivolgere tutte le sue attenzioni affettuose al bel biondino; prima di tutto ha cominciato a baciare con dolcezza il suo cazzo per poi portare la sua lingua verso il suo ano.

A quel punto ha cominciato a masturbarsi e quando ha sborrato, mia moglie ha accuratamente ripulito la sua pancia con la lingua.

Per la paura di essere scoperto, ho deciso di farmi forza e di andare a dormire, anche se quella notte non ho chiuso occhio manco a pagarmi oro.

La resa dei conti

Prima di rivelare quella scabrosa scoperta a Maria Grazia, ho deciso di prendermi qualche giorno di pausa andando a casa dei miei genitori, dove ho potuto riflettere e prendere la decisione giusta.

Dato che vedere quelle scene mi intrigava, mi sono recato al primo grande magazzino che ho trovato per acquistare delle telecamere da installare all’interno dello studio per poter assistere agli show direttamente dal mio smartphone ogni volta che avrei voluto.

Inoltre, non contento, sono entrato in un sexy shop per acquistare dei bambolotti dotati di cazzo staccabile per regalarglieli alla prima occasione.

Una volta tornato da Maria Grazia, l’ho mandata al supermercato a fare la spesa per avere tutto il tempo necessario di installare i dispositivi di sorveglianza senza farmi scoprire e rimettere gli oggetti spostati al loro posto.

Un divertente show

Non ho dovuto aspettare molto per potermi godermi il porno teatrino gratis, anzi per accelerare i tempi ho lasciato venti euro sul mobile della TV, in modo che la mia cara consorte potesse ordinare cibo a domicilio in quantità.

Dopo un paio d’ore mi è arrivata la notifica sul cellulare per avvertirmi che qualcuno era entrato nello studio e si trattava appunto di mia moglie e Carlo.

Mi sono davvero divertito a vedere lei avvicinarsi verso la sua bambola preferita e trovare davanti a quest’ultima il bambolotto dotato di cazzo staccabile che avevo acquistato qualche giorno fa.

marito shoccato prima del cuckold
Io visibilmente scioccato nel vedere mia moglie fare certe porcate, di lì a poco però sarebbe partito il cuckold…

Ha fatto una faccia davvero stupita, ma al posto di buttarlo via, ha provveduto a staccare l’ammennicolo di gomma per farselo infilare nel culo dal ragazzo delle consegne, all’improvviso era diventata una sorta di esperienza cuckold anale.

Non avrei mai pensato di avere una consorte così pervertita e porca, anzi l’ho sempre considerata una puritana con tantissimi tabù.

La rivincita del marito cornuto

Dopo essermi goduto le sue scopate di contrabbando, ho deciso di prendere la mia rivincita; le avrei permesso di continuare a scoparsi il ragazzetto, ma in cambio avrebbe dovuto diventare una vera vacca da monta anche con il sottoscritto.

Una domenica pomeriggio ero più arrapato del solito, così mi sono avvicinato a lei mentre guardava la televisione, mi sono abbassato i pantaloni e le ho messo il cazzo davanti alla bocca.

Lei mi ha guardato stupita, ma non le ho assolutamente voluto dire il motivo, in quanto il mio interesse era quello di farla diventare la mia bambola gonfiabile vivente.

Dopo pochi secondi ha cominciato a succhiarmi il membro con grande avidità fino a farlo esplodere come una bottiglia di champagne, dal quale ha bevuto fino all’ultima goccia di sborra.