Mi chiamo Alessandro, e conosco Jahmal da quando era bambino, credo siano passati almeno 25 anni. Siamo praticamente cresciuti assieme e ormai è diventato mio fratello.

Oggi vi racconterò la mia storia cuckold con il mio migliore amico di colore, marito di mia cugina.

La nostra storia

Da 8 anni ormai è fidanzato con una mia cugina, figlia della sorella di mia madre. Sono stato proprio io a farli conoscere, in una serata in discoteca di 10 anni fa.

Da quella sera io, la mia ex ragazza, mia cugina Barbara e Jahmal ci davamo appuntamento ogni fine settimana per una serata divertente, tra discoteche, locali esclusivi, pub, ristoranti. Dopo due anni Jahmal e Barbara, in seguito a un periodo di palese avvicinamento, si dichiarano il loro amore e diventano una coppia. Io ero davvero felice di questo, anche perché ero stato proprio io a farli conoscere e mia cugina era davvero una bellissima ragazza, intelligente ed educata. Jahmal è il mio migliore amico fraterno ed ero davvero felice che avesse trovato una ragazza come Barbara.

Le uscite e le serate continuano per altri sei anni fantastici, forse tra i più belli della mia vita, anche io ero fidanzato da sette anni ormai con Beatrice, anche lei una ragazza semplice ed educata ma, come tutte le cose belle, prima o poi doveva finire.

Infatti, scopro di essere vittima di tradimenti da almeno un anno. Beatrice, a mia insaputa, aveva ricominciato a sentire il suo ex, prima fiamma e fidanzato storico. La mia felicità ad un tratto si ruppe come un bicchiere di cristallo e da quel momento in poi mi chiusi in me stesso, non volevo più uscire e frequentare nessuno. Tutti provarono a consolarmi, i miei genitori e perfino Jahmal tentò di farmi uscire per svagare, ma il tentativo fu vano.

La persuasione di Barbara

Passai circa due mesi in questa situazione, dove pensavo solo ed esclusivamente al lavoro e a niente più. Un giorno fece un tentativo persino Barbara. Anche con lei sono cresciuto sin da bambino, ma prima che lei frequentasse Jahmal non ci sentivamo e parlavamo molto.

Lei si presentò davanti alla mia porta in abito da sera, perché subito dopo doveva andare in uno dei locali esclusivi che frequentava con me, Jahmal e Beatrice. Era davvero bellissima, tentò in tutti i modi di parlarmi e le diedi una possibilità.

Lei continuava a dirmi che la chiusura era inutile, dovevo reagire e cercare qualche altra ragazza. Mi confessò addirittura che le piacevo da quando eravamo ragazzini, mi ha sempre trovato un bel ragazzo e che una volta aveva pure una cotta per me e ci ha provato per molto tempo, ma io non mi sono davvero accorto di niente, la vedevo solo come una cugina con cui giocare qualche volta.

Quelle parole hanno risvegliato in me una voglia romantica e sessuale che avevo sopito da tempo, in più il vestito che indossava non mi aiutava affatto a tenere a freno la voglia. Non so come e non so perché ma le do un bacio a stampo in bocca.

Lei inizialmente mi guarda un po’ stupita e incredula, ma subito dopo, mentre stavo cercando goffamente di scusarmi, si fionda addosso a me e mi comincia a baciare in maniera passionale. Da quel momento in poi ho capito davvero poco di ciò che stava succedendo ma una cosa era certa, non stavo più pensando a Beatrice.

Lei comincia a spogliarsi del suo bellissimo abito da sera, non mi ero mai accorta del suo fisico da urlo, mentre si spogliava guardavo incredulo la sua quarta di seno e il suo culo sodo, valorizzato ancor di più da un perizoma sottilissimo. Anche io mi spogliavo in tutta fretta, la passione ci aveva ormai stravolti.

Lei esordì con un pompino da paura, fino a quando non facemmo la posizione del 69. La sua fica era depilata, con una striscetta di pelo appena sopra. Mi piaceva davvero tanto leccargliela e continuai fino a quando lei quasi non mi squirtava in bocca. Quindi, passiamo al momento clou, lei si posizione sopra di me e mi cavalca in maniera selvaggia, senza fermarsi un attimo, sembrava davvero indemoniata. Mi diceva che desiderava questo giorno da tantissimi anni.

Alla fine della nostra serata di sesso lei si accorge che si è fatto davvero molto tardi, era in ritardo di quasi mezz’ora per l’appuntamento con Jahmal. Quel momento mi aveva fatto dimenticare un’altra cosa molto importante, ma questa volta era una cosa negativa, cioè che stavo tradendo anche la fiducia del mio migliore amico.

La proposta e il matrimonio

Barbara, ad un tratto, si veste in tutta fretta e scappa all’appuntamento galante con Jahmal. Saluta mia madre, che sarebbe sua zia, e da lontano fa un cenno pure a me. Io invece passai tutta la serata a pensare, ma non più malinconicamente a Beatrice, ma a Barbara e Jahmal. Le mie emozioni erano molto contrastanti, tra l’eccitamento, per aver fatto sesso con mia cugina, con un corpo bellissimo e che faceva sesso in maniera magistrale, e il senso di colpa, per aver tradito la fiducia del mio amico fraterno.

Pensavo davvero a come sarebbero andate le cose da quel momento in poi, pensavo seriamente di confessare tutto a Jahmal e magari dopo un po’ di tempo dichiarare il mio amore per Barbara.

Tutti questi pensieri però si interrompono per una chiamata, era proprio Jahmal. Non sapevo se rispondere o no, credevo che Barbara gli avesse già confessato tutto e provavo molta vergogna nel rispondere, ma non potevo lasciarlo chiamare in quel modo senza degnarlo nemmeno di una risposta, quindi decisi di rispondere.

Sorprendentemente mi rispose con tono felice. Infatti la serata galante con Barbara serviva per chiederle se volesse diventare sua sposa. Io rimasi letteralmente senza parole, lui, non sentendomi più parlare mi chiese se andasse tutto bene, io mi sbloccai e risposi che ero felicissimo della cosa e gli domandai quale fosse stata la risposta di Barbara, lui rispose che ovviamente anche lei era entusiasta e accettò senza esitare.

Senza farglielo capire, questa risposta mi stupì parecchio. Lui mi chiese se volessi andare con loro a festeggiare, ma io declinai l’offerta, promettendogli che avrei potuto un altro giorno.

Il giorno dopo sentì mia cugina Barbara per congratularmi dell’evento, ma ovviamente il mio scopo non era solo questo, volevo capire quale fosse la sua reazione. Lei mi rispose che ha accettato perché ama Jahmal ma ribadì anche che, se io avessi voluto, avrebbe continuato a fare sesso con me. Io la attraevo in un modo che nemmeno lei sapeva spiegarsi.

Io, dopo un iniziale momento di riflessione, per il mio senso di colpa verso Jahmal , alla fine cedetti e anzi le chiesi se fosse disponibile a venire a casa mia anche in quel preciso momento. Lei accettò senza esitare.

Anche quel giorno facemmo del sesso sfrenato, e la cosa continuò fino a pochi giorni dal suo matrimonio.

Il Cuckold con il marito al matrimonio

Per i preparativi del matrimonio Jahmal non badò a spese. La chiesa era sontuosa, così come il locale per il ricevimento.

Lui aveva optato per uno smoking molto classico e lei era davvero uno splendore con il suo abito nero.

La cerimonia proseguì normalmente, senza nessun intoppo. Al ricevimento, poi, il cibo era buonissimo e la location da favola.

Io e Jahmal prima del cuckold
Io e Jahmal prima che Barbara mi chiamasse per propormi il Cuckold

Alla fine della cena, Barbara si avvicina a me, dicendomi che voleva parlarmi in privato, io ovviamente accettai, ma non pensavo riguardasse il sesso, non immaginavo affatto che volesse farlo anche nel giorno del suo matrimonio con un centinaio di invitati nella stanza accanto.

Invece mi sbagliavo, riguardava proprio il sesso, mi chiese se volessi farlo in quel preciso momento. Io, molto sorpreso, le chiesi se Jahmal non avesse notato la sua mancanza nella sala del ricevimento e lei, in maniera provocante, rispose che era stato proprio Jahmal a dirle di fare tutto questo.

Io non credevo alle mie orecchie, e all’improvviso in camera apparve proprio Jahmal. Io temevo di essere stato scoperto e di essere incappato in una trappola, ma non era proprio così. I due sposi mi confessarono che Jahmal sapeva delle nostre serate di sesso da un mese. Era stato proprio Jahmal a scoprirlo, leggendo i messaggi tra me e Barbara.

Io all’inizio cercai disperatamente di scusarmi ma Jahmal mi fermò subito, confessandomi che il fatto che io facessi sesso con la sua ormai moglie lo facesse eccitare da morire.

Nemmeno lui ha saputo spiegarmi il perché, dice di sognare spesso Barbara mentre fa sesso con altri, e nel momento in cui ha scoperto che io e sua moglie avevamo una storia clandestina propose proprio a Barbara di organizzare una serata di sesso con me, mentre lui faceva da spettatore. Inoltre, vedere le due persone che amava di più fare sesso, oltre ad eccitarlo, lo rendeva felice.

Questo e proprio quello che successe, io Barbara cominciammo a fare sesso davanti agli occhi di Jahmal. Io ovviamente avevo un pò di imbarazzo per la cosa, ma vedevo Barbara molto convinta e quindi mi adeguai anche io. Passammo dei momenti strani ma eccitanti. Jahmal, nel frattempo, si masturbava, ma io cercavo di non guardarlo.

Lei iniziò con un pompino, per poi continuare con una pecorina. Riusciva con difficoltà a trattenere le urla per non farsi sentire dagli altri invitati. Ma dopo circa mezz’ora decidemmo di concludere la nostra cuckold e le venni in bocca e lei ingoiò tutto.

Il matrimonio si concluse come se nulla fosse successo, invece il nostro strano triangolo amoroso prosegue ancora adesso, dopo due anni dal matrimonio, Ho scoperto da quel giorno questa pratica sessuale di cui Jahmal è appassionato e tutti siamo soddisfatti della cosa. Quindi buon cuckold a tutti.