Quando quel famoso cantante mi obbligò a fare cuckold con una sua fan. Questa è stata la mia prima esperienza cuckold vera e propria, spero vi piacerà.

Ricordo ancora la prima volta che ho ascoltato la canzone che mi fece appassionare alla musica di quel cantante. Ero ancora adolescente e da quel momento aspettavo sempre l’uscita del suo LP per prenotarlo al negozio di dischi della mia cittadina. Praticamente sono cresciuto con i suoi vinili e sono diventato adulto a furia di ascoltare i CD, in epoca più moderna.

Sia la musica che i testi proposti da quell’artista erano per me qualcosa di eccezionale, molto legato all’arte e alla cultura. Ovviamente ho seguito ogni suo concerto, sia quando lui era in tournée con il suo spettacolo nelle immediate vicinanze al mio paese, sia seguendolo anche in giro per la penisola, a volte addirittura acquistando il biglietto per i suoi concerti all’estero.

Storia di un cuckold esaltante: La vittoria del contest

Proprio in una di quelle esibizioni a Madrid accadde qualcosa che non mi sarei mai aspettato di vivere.

Il cantante in questione è un personaggio della musica molto apprezzato nel suo genere e parecchio famoso. Per i suoi concerti ha sempre un seguito di fans molto nutrito, le date nei teatri e negli stadi dove si esibisce fanno immediatamente sold out, addirittura diversi mesi prima dell’evento.

Avevo acquistato quel biglietto per la capitale spagnola perché era mio desiderio visitarla e vivere qualche giorno da turista. In effetti, anche se era tutta una vita che seguivo quel cantautore a livello artistico, non l’avevo mai conoscerlo di persona e in quell’occasione lui aveva annunciato un evento molto singolare: un contest dove uno tra i suoi fans avrebbe avuto la possibilità di incontrarlo per trascorrere insieme un’intera giornata.

Beh! Era una ghiotta occasione per me. Speravo di essere proprio io il fortunato destinatario.

Per vincere il premio bisognava registrarsi nella home page del sito web ufficiale dell’artista, compilando un modulo apposito, dichiarando anche il rispetto della privacy e l’accettazione di ogni clausola in caso di vittoria. Era un gioco da ragazzi!

In seguito bisognava rispondere in maniera veritiera ad alcune domande varie e generiche, simili a un questionario. Sinceramente pensavo che l’argomento principale del contest riguardasse la vita professionale dell’artista ma, alla fine, ho risposto in maniera del tutto spontanea a quello che veniva chiesto.

Il nome del vincitore o della vincitrice sarebbe stato reso pubblico online il giorno prima del concerto, in modo da incontrare l’artista nelle ventiquattro ore precedenti.

All’ora prefissata per l’annuncio del/la fortunato/a fan io mi sono collegato al sito web in trepidante attesa. Quando improvvisamente la finestra dedicata al contest si è illuminata, il mio nome era quello che brillava vistosamente, in mezzo a frasi e parole scritte che annunciavano proprio me come il vincitore di un evento eccezionale. Nelle indicazioni per ricevere l’insolito premio c’era quello di aspettare l’arrivo della vettura messa a disposizione dal cantante per essere accompagnato direttamente al luogo dell’appuntamento.

Non vi dico la mia gioia! Avevo in mente mille domande da porre all’artista che aveva influenzato, per certi versi, la mia formazione musicale. Mi sono preparato in fretta e furia, non tralasciando di portare con me l’ultimo suo CD per suggellarlo con un suo autografo, possibilmente personalizzato.

L’autista dell’automobile arrivò puntuale e mi consegnò alcuni pacchetti che avrei dovuto aprire durante il tragitto, tra cui un minuscolo lettore digitale.
Mi misi immediatamente in ascolto.

– Ciao Valerio, sono contento che sia stato proprio tu a vincere il contest per l’incontro. Ti devo chiedere qualcosa che solo tu puoi fare e so che non mi deluderai. Ho una fan innamorata di me morbosamente che desidera trascorrere una notte di solo sesso ma non posso esaudire la sua richiesta. Sarai tu a soddisfarla per ciò che chiede, da parte mia. Durante il vostro incontro io sarò presente e sarà il nostro segreto da non rivelare ad anima viva. Negli altri pacchetti troverai l’abbigliamento adeguato per questo evento. Ti aspetto. –
Seguiva la sua inconfondibile firma.

Beh! Devo dire che si trattava di una richiesta alquanto anomala. Ho sempre amato il sesso, in tutte le sue sfumature ma non avrei mai pensato di essere il protagonista di una scena cuckold e di essere osservato proprio da quell’artista. Accettai comunque di buon grado.

Arrivati al residence dove sarebbe avvenuto l’incontro erotico, il personale mi invitò a entrare in una camera dove mi cambiai indossando gli abiti che mi erano stati inviati.

Il cuckold con la fan insospettabile

Ha bussato alla mia porta un addetto alla scorta e mi ha accompagnato nella camera da letto dov’ero atteso dal cantante. Sono stato accolto da lui in maniera molto calorosa, con un abbraccio e, dopo alcuni minuti per scambiare alcune impressioni, mi presentò Luisa, la fan con cui avrei dovuto avviare un cuckold strepitoso. Era una mistress di una bellezza fenomenale, alta e formosa, con un seno incredibilmente prosperoso e sodo. I lunghi capelli neri contornavano un viso degno di una fata, su cui brillavano grandi occhi verdi.

Mi sono eccitato soltanto nello stringerle la sua mano, delicata e calda per l’emozione. Ho capito subito che quell’incontro sarebbe stato più che piccante e che mi avrebbe regalato emozioni intime mai avute.

Luisa si è spogliata immediatamente regalandomi la visione di un corpo perfetto, con le curve al punto giusto. Le sue movenze eleganti lasciavano intravedere una pelle completamente depilata, cosa che il mio cazzo apprezzò moltissimo, aumentando lo stato di durezza in cui si trovava.

Intanto il cantante si era levato i pantaloni, rimanendo in camicia, e si è accomodato intanto su una poltrona, pronto a godersi qualcosa di sensualmente provocante e rivolto solo a lui. Aveva il cazzo in mano, visibilmente duro.

Luisa si è poi avvicinata a me, iniziando a spogliarmi con mani sicure, accompagnando movimenti sexy e occhiate languide, colme di promesse erotiche. Mi ha preso per mano e mi ha accompagnato sul letto, dove ha invitato a sdraiarmi con dei cenni sensuali della bocca e degli occhi.

Mi ha accarezzato a lungo, soffermandosi sulla zona dell’inguine, facendomi capire che apprezzava lo stato della mia enorme eccitazione, ben visibile dal mio cazzo enorme e duro come l’acciaio. Si è seduta proprio sulla mia verga e ha iniziato a cavalcarmi, prima lentamente, poi in maniera sempre più sfrenata, lasciandomi la visione dei suoi grossi seni che ballavano davanti i miei occhi. A un certo punto mi sono piegato verso lei per succhiarle i capezzoli, smanfolandole quelle tette meravigliose. Ha iniziato a gemere, per cui ho approfittato per prendere il controllo e girarla completamente.

La visione di quello splendido culo, sodo e formoso, era un invito a infilarle dentro il mio bastone dritto e duro. Aveva un buchino molto stretto, cosa che ha aumentato la mia eccitazione perché volevo fotterla nel culo, allargandoglielo vistosamente facendola mia. Ho iniziato a fottere focosamente mentre lei gemeva come una cagna, incitandomi a non smettere e chiedendomi ancora di più. Ovviamente ho continuato a sbatterla sempre più forte, tenendola con le mani, schiaffeggiandole le chiappe, prendendo con una voglia smisurata i suoi seni.

Nel frattempo il cantante aveva iniziato a masturbarsi e a gemere per il piacere che gli stavamo regalandogli.

Era un godimento incredibile: stavo fottendo una donna stupendamente bella e sensuale davanti al mio cantante preferito. La mia eccitazione era alle stelle.

Ho continuato a fotterla come uno stallone, sentendola sempre più eccitata e vogliosa. Quando ho iniziato a chiamarla troia ha urlato dal piacere infinito, squirtando in maniera molto vistosa. Si è messa le mani in mezzo alla sua fica e, staccandosi da me, è andata per fare assaggiare a lui il suo nettare.

È ritornata subito, mettendo il suo culo verso il mio viso e buttandosi sopra il mio cazzo che ha preso prima con le mani e poi con la bocca, infilandoselo fino in gola. In quella posizione ho iniziato a succhiarle la fica bagnatissima e lei ha iniziato a fremere, continuando a leccarmi il pene, partendo dalle palle fino al glande e viceversa, in un crescendo di goduria.

Quando ho sentito che stavo per venire, gliel’ho ho urlato forte, dicendole che volevo sborrarle in bocca, staccandomi dal suo clitoride. Lei, come una delle più grandi troie, ha accompagnato la mia sborra, ingoiando i miei abbondanti schizzi e incitandomi a venire, chiamandomi porco.

Finito il servizietto con me, si è avvicinata al nostro idolo, inginocchiandosi davanti a lui per spompinarlo. Dalla sua espressione ho compreso il suo godimento, assistendo a un orgasmo unico, compreso l’ingoio. Mentre Luisa era abbassata, ho goduto della visione del suo culo, cosa che mi ha fatto rizzare nuovamente il cazzo.

A questo punto ho ripreso l’iniziativa e l’ho letteralmente trascinata sul letto per scoparla come si deve. Le ho infilato il cazzo dentro quella fica che prima avevo leccata, e l’ho bastonata con la verga dura che mi era diventata. Abbiamo scopato per diverso tempo, eccitati e sudati, ripetendo parole volgari che invitavano a continuare con il sesso sfrenato.

Sia per me, sia per Luisa è stata una notte indimenticabile e incredibile. Nei miei pensieri non c’era mai stata l’idea di vivere un’esperienza cuckold e mai mi sarei aspettato di viverla in quel modo incredibile.

Il cantante del cuckold
Il cantante che entra in scena il giorno dopo il cuckold. Nella sua espressione si legge chiaramente il suo compiacimento dall’aver avuto un’esperienza cuckold il giorno prima.

Per quanto riguarda il cantante, è stato pienamente soddisfatto dell’incontro al punto che ha dedicato una canzone a quel momento pazzesco. Volete sapere il suo nome?

Assolutamente mai lo rivelerò: il mio silenzio è d’oro!