Io e Marilina siamo sposati da tre anni e abbiamo un’intimità di coppia che va a gonfie vele.
Essendo delle persone molto socievoli, non perdiamo occasione di organizzare delle cene con i nostri più cari amici, sia a casa che al ristorante.
Uno di questi eventi ha preso però una piega davvero inaspettata, in quanto non avrei mai immaginato di avere un’indole da cuckold, ossia un cornuto consenziente e felice.

Leggi la mia esperienza cuckold e godi come ho goduto io.

Quella memorabile sera d’estate

Io, mia moglie e il solito gruppo di amici abbiamo deciso di organizzare una cena a casa di Valentino per salutarci prima di partire per le vacanze estive.
Valentino è il cane sciolto della compagnia, in quanto irriducibile single; non riesce infatti a rimanere con una donna per più di un mese.

È un biker tatuato molto affascinante e non fa davvero fatica a fare conquiste.
La serata è andata davvero bene: il cibo era squisito, l’alcol sgorgava a fiumi e le risate non si sono certo risparmiate.

Marilina purtroppo non regge molto gli alcolici e ha cominciato a perdere i freni inibitori con qualche battuta un pò troppo alludente al sesso nei confronti di Valentino, il quale si è subito mostrato divertito.

Cena con focose scintille

Visto il caldo eccessivo, io e la compagnia ci siamo trasferiti in terrazza per mangiare un gelato, mentre Marilina si è appartata in bagno per rinfrescarsi, chiedendo a Valentino di accompagnarla.

Il gelato del cuckold a cena a casa di amici
Il Cuckold del misfatto

Passati venti minuti, ho cominciato a chiedermi se stesse bene e se fosse giunto il momento di togliere il disturbo, così mi sono avvicinato alla toilette per prelevare mia moglie.

Alcuni strani gemiti provenienti dalla camera da letto hanno però interrotto il mio percorso, suscitando non poca curiosità.

Avvicinandomi alla porta socchiusa, mi sono imbattuto in uno spettacolo che non avrei mai pensato di vedere: Marilina stava facendo un pompino a Valentino.

In quel momento sono rimasto letteralmente pietrificato: non sapevo se irrompere nella stanza per fare una scenata epocale oppure godermi in silenzio il lussurioso spettacolo.
Nel primo caso avrei coinvolto tutti gli altri amici, mentre nel secondo tutto sarebbe potuto concludersi in maniera più civile.

Devo però ammettere che vedere mia moglie godere era davvero eccitante, quindi ho optato per la seconda alternativa.

Marito cuckold cornuto e contento

La liaison lussuriosa è andata ben oltre il pompino: infatti Valentino si è tolto di dosso tutti i vestiti e Marilina ha fatto altrettanto.

Una volta stesi comodi sul letto, lui l’ha fatto sdraiare supina, le ha aperto le gambe, ha cominciato a leccarle la calda fighetta bagnata e a infilare due dita all’interno della vagina.

I suoi genitali sono diventati un lago in men che non si dica e lui non ha perso l’occasione di ripulire tutti i suoi umori con la lingua.

A questo punto si è messa a novanta per farsi sfondare come se non ci fosse un domani, mentre Valentino la teneva per i capelli.
Durante l’atto sessuale ho notato in loro una certa complicità, come se non fosse la prima volta che accadeva.

Chi può dire che magari Marilina avesse fatto finta di essere brilla per ritagliarsi qualche ora di divertimento proprio sotto il mio naso…Questo è tuttora un mistero irrisolto.

Per evitare che gli altri invitati di preoccupassero e soprattutto si accorgessero di quello che stava succedendo, ho deciso di tirare un sospiro di sollievo e di raggiungerli in terrazza facendo finta di nulla.

I due traditori sono arrivati subito dopo con altre due vaschette di gelato e hanno accampato la scusa che lei è stata male per via della pressione bassa.

Lo spettatore cornuto durante il cuckold

Trascorsi due giorni dall’accaduto, ho deciso di affrontare il discorso con Marilina, in quanto certo che, se avessi lasciato correre, avrei rimuginato nei secoli dei secoli e il rapporto con lei sarebbe andato a farsi friggere.

Era un sabato mattina e mentre stavamo facendo colazione ho esordito:

<<Io so tutto di te e Vale! L’altro giorno ho visto che lo spompinavi in camera da letto e che ti sei fatta scopare a novanta! È inutile che neghi!>>.

Lei ha immediatamente posato sul tavolo la tazza di cappuccino bollente e ha risposto:

<< Si, è vero, la cosa sta andando avanti da tre mesi. Non me ne volere, io ti amo, ma a lui non riesco proprio a resistere, mi ispira troppo sesso e me lo tromberei dalla mattina alla sera! Se vuoi divorziare, mi prendo tutte le responsabilità del caso e sono disposta a lasciarti andare, in quanto è stato un mio errore ed è giusto che pago>>.

Quella risposta mi ha spiazzato ancor più della scena di sesso alla quale avevo assistito qualche giorno prima e mi ha confuso come non mai: da una parte volevo dirle che era finita, dall’altra avrei voluto continuare il mio matrimonio perché la amo da morire e non riesco ad immaginare una vita insieme ad un’altra donna.
Così ho ribattuto:

<<In questo modo potremmo salvare il nostro matrimonio e tu divertirti come hai sempre fatto, che ne pensi?>>

Lei ha cominciato a sorridere e ad annuire ben soddisfatta dell’accordo, così dopo un’ora ha chiamato l’ignaro bull per invitarlo a casa nostra e lui ha subito accettato.
Per assistere alla scena senza farmi vedere, ho praticato un piccolo foro in una parete dello studio confinante con la camera da letto.

Quando hanno chiuso la porta del locale, per me è iniziato uno degli spettacoli più emozionanti della mia vita: lei gli è praticamente saltata addosso e lui, prendendola in braccio, l’ha sdraiata delicatamente sul letto, le ha sollevato la gonna e ha cominciato a penetrarla con una delicatezza mai vista prima.

Ad ogni suo movimento, mia moglie emetteva un gemito di piacere e si è dimostrata decisamente più rilassata rispetto a quando lo vedeva di nascosto.

Adesso Valentino si è trovato un’altra ragazza e non ha più voglia di venire a letto con Marilina, ma non sa che io so tutto e che sono pronto ad assistere nuovamente ad un suo show scopereccio.